Per capire meglio i nostri obbiettivi, didattici ed artistici, bisogna partire dal presupposto che quasi mai le "scorciatoie" didattiche e pedagogiche portano agli stessi risultati ottenuti con costanza, metodo e passione.

Nella nostra epoca, caratterizzata dal "tutto e subito", i Cantori devono fare uno sforzo importante per accettare e gestire i tempi necessari per apprendere il canto, la musica e lo stare insieme.

Mission

Gli obbiettivi che i Cantori, nel corso degli anni, saranno chiamati a raggiungere sono sostanzialmente 3:


1. Concerti

Durante le prove vengono insegnati numerosi brani che man mano faranno parte del "repertorio" del coro.

I brani, a 2 o più voci, hanno caratteristiche diverse e agiscono su diversi aspetti della musica e del canto:  alcuni brani presentano difficoltà ritimiche        d' esecuzione, mentre altri agiscono prevalentemente sulla vocalità e sullo "trasmettere" delle emozioni agli ascoltatori. Altri ancora contengono entrambe le caratteristiche magari associate all' esecuzione in lingua straniera (inglese, francese e tedesco).

Il raggiungimento dell' obbiettivo lo si ha nel momento dell' esecuzione, il concerto, nel quale non si ha una "seconda chance" e quindi la concentrazione, la memoria, l' emotività e l' abilità tecnica sono messe duramente alla prova ed il raggiungimento dell' esecuzione eccellente, ripaga degli sforzi fatti e dona una grande fiducia in ogni Cantore, aumentando l' autostima individuale ed il senso di appartenenza (obbiettivo raggiunto grazie a "tutti").

Il programma dei concerti può variare in base alle richieste ed alle circostanze, portando il coro ad ampliare il proprio repertorio e spaziando tra i grandi compositori barocchi, romantici e contemporanei con preziose occasioni di collaborarazioni con professionisti del settore, spesso del Teatro alla Scala, amici e colleghi del  direttore.


2. Concorsi

La partecipazione ai concorsi è un passaggio delicato per qualunque coro; sia i Cantori che il Maestro si sottoporranno ad una minuziosa verifica da parte di altri musicisti e Maestri di coro, che valuteranno i tanti aspetti che caratterizzano l' attività corale: intonazione, vocalità, scelta del repertorio e direzione sono quelli più frequenti ed importanti.

Spesso per partecipare ad un concorso bisogna eseguire un "brano d' obbligo" per consentire una valutazione ancora più precisa dei vari cori partecipanti.

La scelta di "prepararsi" ad un concorso è impegnativa perchè richiede un' attività didattica rivolta esclusivamente al programma di concorso, rallentando od impedendo qualunque altro tipo di attività.

Altresì, la partecipazione, il piazzamento ed il giudizio della giuria portano grande prestigio al coro ed entusiasmo tra i Cantori.


3. Tournèe

Per "tournèe" si intende un viaggio durante il quale si eseguono 1 o più concerti in città, magari lontane, di particolare importanza storica ed artistica.

Durante le tournèe, oltre all' attività concertistica, viene sempre riservato del tempo per conoscere meglio la città ospitante, con giri turistici ed esperienze culturali che ogni Cantore conserverà nella propria memoria.

I Cantori, seguiti ed accompagnati da alcuni genitori scelti dal direttore, vengono responsabilizzati nelle normali attività quotidiane portando ad una crescita personale indipendente e consapevole.

Vista la diversa età dei Cantori, dagli 8 ai 16 anni, è interessante anche notare come i ragazzi più grandi si mettano a disposizione per aiutare, sorvegliare e sostenere i Cantori più piccoli.

Per quanto riguarda la parte artistica, fa sempre piacere riscontrare come il "canto italiano", caratterizzato dal bel suono in un' esecuzione "legata" e ricca di sfumati colori interpretativi, riscuota grande successo ed apprezzamenti da parte di tutto il pubblico, Europeo e non.


Per approfondire ancora meglio i contenuti della nostra attività didattica ed artistica, si consiglia la visione di alcuni film, che trattano gli aspetti finora descritti:



- La musica del cuore   (scopri il film)

- Les Choristes    (scopri il film)

   guarda su iTunes     

- L' ottava nota  (scopri il film)

   guarda su iTunes  



La musica, ed in particolare il canto, stimola le sinapsi neuronali  mettendo in collegamento zone diverse del nostro cervello e lo fa attraverso un'azione, il canto, che oltre ad essere immediata e spontanea, agisce su ciò che più unico, personale ed intimo abbiamo: la voce.

Questo procedimento, che porta miglioramenti in tutti gli ambiti personali, viene fatto in una "comunità" che, seppur piccola, rispecchia fedelmente quella che potrebbe essere una qualunque altra compagine sociale, magari ben più grande, come una scuola, un paese o una nazione: ciascuno di noi porta il proprio contributo personale con gli strumenti che ha a disposizione ma con la tacita promessa di impegnarsi costantemente affinchè questi strumenti siano sempre più utili, precisi e condivisi.

L' attività corale quindi si basa su una serie di obbiettivi che in base alle occasioni, fortuite o create, alzeranno man mano "l' asticella" di partenza, per fare in modo che tutti insieme si possa raggiungere l' obbiettivo ed una volta raggiunto, si venga premiati per gli sforzi fatti.